Castello di Heinfels 2023: Un anno ricco di eventi culturali

L'anno a Castello di Heinfels è stato caratterizzato da un museo molto frequentato, concerti, mostre e attività emozionanti. Il castello rimane un importante punto di riferimento culturale nel Tirolo orientale e non solo.

L'inizio di un anno museale estremamente vario è iniziato con le "Giornate museali del Tirolo orientale" a maggio. Un'emozionante manifestazione di enigmistica ha condotto grandi e piccini attraverso il castello di Heinfels. Nel negozio del museo, Gertrud Mair ha presentato un gioco da lei sviluppato. Un progetto Interreg ha messo in luce i collegamenti dimenticati, le relazioni storiche tra il Cadore e l'Alta Pusteria. A giugno è stata inaugurata a Castello di Heinfels la mostra speciale dell'Archivio fotografico tirolese TAP di quest'anno. Essa mostra il cammino del Tirolo orientale verso la modernità nel periodo compreso tra il 1870/71 e il 1970.


Programma vario nell'ambito dell'"Heinfelser Burgsommer".

Anche quest'anno l'"Heinfelser Burgsommer" ha offerto un'ampia gamma di eventi, da concerti e letture a una spettacolare competizione sportiva. A giugno si è svolto il "Alta Pusteria Int. Choir Festival", con sette cori provenienti dalla Svizzera e dall'Italia che si sono esibiti davanti all'imponente cornice del castello. Il brillante concerto di Katrin & Werner Unterlercher, noto per il "Herbert Pixner Projekt", ha entusiasmato il pubblico e lo ha trasportato nel mondo multiforme della "musica per archi di tipo straordinario". A luglio, lo scrittore Christian Schnalke ha presentato il suo nuovo romanzo "Gewitterschwestern", ispirato a esperienze personali in montagna.

Ma anche la musica moderna trova spazio tra le antiche mura: Il "Runway Quartet" di Innsbruck ha suonato successi di Broadway e canzoni pop con arrangiamenti propri. In agosto, la "Heinfelser Turmlauf" ha rappresentato una sfida sportiva sull'impegnativo percorso da Punbrugge al mastio. Il concerto "Passacaglia della Vita", con opere di Claudio Monteverdi e altri compositori rinascimentali e barocchi, ha deliziato il pubblico in estate e ha sottolineato l'unicità del castello come sede.


Il castello, una delle tante sedi della Val Pusteria, ha fatto da suggestiva cornice al "Alta Pusteria Int. Choir Festival".

Katrin&Werner Unterlercher hanno deliziato il pubblico dell'"Heinfelser Burgsommer".



L'"Heinfelser Turmlauf" con partenza da Punbrugge e arrivo sul mastio è stato anche quest'anno un evento sportivo spettacolare.

I concerti di "Waldauf³" e "Cordes y Butons" hanno concluso degnamente l'"Heinfelser Burgsommer" 2023. Al di fuori delle mura storiche, il parcheggio del castello ha ospitato per la prima volta il giovane musicista emergente Chris Steger con il supporto di ElisaLeen. Solo questo concerto ha attirato a Heinfels 800 ospiti da vicino e da lontano all'inizio di settembre.

Dialoghi culturali 2023: Il ritorno di Fortuna

Nell'ambito dei dialoghi culturali di settembre, un reperto sensazionale del 2021 è tornato al castello: la "Fortuna di Heinfels", una statuetta di bronzo di soli 12,5 cm, è stata presentata al pubblico per la prima volta nell'ambito di una conferenza. Nel prossimo futuro troverà posto nell'esposizione permanente del castello.


La "Fortuna di Heinfels" è stata presentata al pubblico per la prima volta a settembre.

Anche per i bambini c'è stato un programma entusiasmante. Innanzitutto feste di compleanno per bambini, ma anche numerose visite guidate speciali e, per la prima volta a settembre, un laboratorio di erbe che ha immerso i visitatori più piccoli nel magico mondo delle erbe nel castello.

A ottobre, in occasione di "Kulturgestöber&Kulinarik", un evento organizzato dal Sentiero culturale del Tirolo orientale, i tesori culturali regionali sono stati protagonisti. Il castello di Heinfels è stato ancora una volta un'importante sede dell'evento, con visite guidate alla mostra speciale di quest'anno e al castello.

In totale si sono svolti 35 eventi, tra cui 12 matrimoni, che hanno attirato 2.300 visitatori. Inoltre, il museo ha accolto fino a 12.000 ospiti nel 2023.

I preparativi per il 2024 sono in corso dall'autunno e i visitatori possono nuovamente aspettarsi un programma vario e nuovi contenuti del museo. L'inizio dei lavori di costruzione del ristorante nell'ala ovest è previsto per l'estate, mentre l'apertura dell'ala con circa 180 posti a sedere nel ristorante è prevista per il 2026.

Torna indietro

BLOG

Archiv

Il 15 luglio 2020 abbiamo aperto il castello di Heinfels. In questa stagione breve e molto impegnativa, siamo stati comunque in grado di accogliere 5508 visitatori in 659 visite guidate fino al 26 ottobre a causa della pandemia mondiale con molte restrizioni di viaggio!

 

Abbiamo anche contingenti giornalieri gratuiti - anche per una visita al castello programmata a breve termine ci sono sempre biglietti rimanenti. Saremo lieti di informarvi al numero +43 664 16 77 078 o info@burg-heinfels.com!

Dopo decenni di chiusura, abbiamo ufficialmente aperto le porte del castello di Heinfels ai primi visitatori di oggi! Siamo lieti dell'enorme interesse suscitato il primo giorno del museo!

Anche la situazione attuale ha il castello di Heinfels sotto controllo. I lavori di costruzione sono ripresi dopo la pausa obbligata e continuiamo a lavorare a pieno ritmo per completare il museo.

Tre anni fa è iniziato l'elaborato lavoro sul più grande progetto di restauro profano del Tirolo. Tutti i tetti del castello, ad eccezione del mastio del 1992, sono stati rifiniti e i percorsi di accesso all'interno del complesso sono già stati pavimentati. L'apertura del museo è prevista per l'inizio dell'estate 2020.

Da maggio 2018 a fine ottobre 2019, più di 2800 visitatori hanno avuto modo di conoscere uno dei cantieri più interessanti della regione.

Era un giorno speciale per la "Regina della Val Pusteria": Il 12 luglio la campana dell'angelo custode è stata fusa nella fonderia Grassmayr di Innsbruck. Questa è la continuazione dell'antica tradizione delle campane del castello

Nel corso dei lavori di restauro è stato scoperto uno speciale disegno a gesso rosso degli inizi del XVI secolo. Ma questa non è l'unica scoperta!

Tra cinque anni, Castel Heinfels, completamente ristrutturato, sarà nuovamente accessibile al pubblico: un obiettivo ambizioso, se oggi diamo un’occhiata agli interni di quest’imponente edificio, negli ultimi decenni lasciato in stato di abbandono. Ma ora le cose cambieranno. Nella regione, anche oltreconfine, si sta infatti lavorando con grande impegno, in modo che uno dei più significativi progetti storico-culturali si concluda con successo.

Il 16 novembre 2015, è stato presentato ai consigli comunali dell’Oberland il futuro concetto d’uso di Castel Heinfels. Qualora tutto dovesse procedere come da programma, nell’estate del 2016 sarà possibile dare il via alla ristrutturazione.

Su invito dell’Associazione dei Castelli dell’Alto Adige (Südtiroler Burginstitut), il 14 luglio 2015 la direzione della Museumsverein e i gruppi di gestione del progetto hanno visitato svariati manieri della provincia.

Con un sole splendente, il 2 giugno 2015 i membri dei gruppi di lavoro “concetti d’uso” e “ristrutturazione e manutenzione” hanno visitato la fortezza di confine Altfinstermünz di Nauders/Nodrio, ai piedi di passo Finstermünzpass.